Uncategorizedtogliere le macchie di sangue dal materasso

Come togliere le macchie di sangue dal materasso

Se trascorriamo un terzo della nostra vita a dormire, è abbastanza probabile che possa accadere qualche piccolo incidente di percorso, nel tempo in cui siamo a letto.

Una piccola ferita, una convalescenza post intervento chirurgico e, più banalmente, il ciclo mestruale, possono essere alcune delle cause per cui il materasso può sporcarsi di sangue!

La biancheria da letto comunemente usata non è impermeabile, quindi può capitare che, una volta macchiato il lenzuolo, il sangue penetri più a fondo fino a raggiungere il materasso.

Tanta attenzione per mantenerlo sempre pulito e fresco e poi, basta una piccola distrazione o un imprevisto e non si sa cosa fare!

Le macchie di sangue sono infatti tra le più ostinate e se non si conosce il metodo giusto per eliminarle, si rischia di non riuscire mai più a rimuoverle del tutto!  Come abbiamo avuto modo di trattare nella nostra guida di come pulire il materasso, oggi ci addentriamo nello specifico per scoprire i metodi per rimuovere le macchie di sangue in modo definitivo.

Consigli per togliere macchie di sangue dal materasso

Niente panico; abbiamo alcuni consigli utili da darti…

  • Le macchie fresche, piccole e superficiali richiedono solo un panno e dell’acqua.
  • Prima di tutto, è importante utilizzare acqua fredda, perché quella calda fa sì che il sangue si leghi al tessuto e al materiale di cui è composto il materasso, penetrando fino in fondo. In alcuni casi, è meglio usare addirittura dei cubetti di ghiaccio.
  • Con l’aiuto di un panno inumidito in acqua fredda, bisogna quindi tamponare sulla macchia, ma non strofinare, altrimenti si rischia di estendere ulteriormente lo sporco.

Questo rimedio è risolutivo se la macchia di sangue è fresca e/o abbastanza circoscritta, ma se si ha a che fare con una macchia secca e persistente, bisogna considerare anche l’aggiunta di qualche altro elemento.

  • Le macchie secche, ostinate e profonde possono richiedere l’uso di detergenti specifici e delicati, come il sapone di Marsiglia, o di prodotti naturali, che hanno una forte azione pulente: bicarbonato, percarbonato, acqua ossigenata, aceto, limone, sale, amido di mais, dentifricio ecc.
  1. Bicarbonato o percarbonato

Per questi due ingredienti, il procedimento è lo stesso.

  • Dopo aver tamponato con acqua fredda e panno umido, bisogna cospargere l’area con bicarbonato di sodio (o percarbonato) e lasciare agire per mezz’ora.
  • Dopodiché, è possibile risciacquare sempre con l’aiuto di un panno inumidito con acqua fredda.
  1. Acqua ossigenata e sale da cucina

  • Per ottenere una pulizia profonda, è possibile utilizzare l’acqua ossigenata mischiata col sale da cucina. Sarebbe opportuno realizzare una sorta di pasta cremosa (leggermente meno densa del dentifricio), ponendo in una ciotolina mezzo bicchiere di amido di mais, mezzo bicchiere di acqua ossigenata e due cucchiai di sale da cucina.
  • Una volta inumidita la parte da trattare e realizzato il composto, è il momento di applicarlo sulla macchia e di lasciarlo agire almeno per mezz’ora.
  • Dopodiché, è possibile risciacquare più volte con l’aiuto di un panno e con l’acqua, rigorosamente fredda.
  1. Aceto di vino bianco e bicarbonato di sodio

  • Mescolare all’interno di uno spruzzino, acqua fredda e aceto, messi in uguale misura (metà e metà).
  • Sul materasso asciutto, cospargere il bicarbonato e inumidire nebulizzando con un paio di spruzzi il composto realizzato con acqua e aceto.
  • Ripulire con un panno umido e asciugare con un asciugacapelli, se necessario.
  1. Acqua e sapone di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia, oltre ad essere delicato e ad avere un’ottima proprietà sgrassante, lascia anche un gradevolissimo profumo di pulito.

  • Se in scaglie, è preferibile farlo sciogliere in acqua e nebulizzarlo con l’aiuto di uno spruzzino, direttamente sulla macchia da trattare.
  • Lasciarlo agire per alcuni minuti e risciacquare con un panno umido.
  • Se invece il sapone di Marsiglia è in un unico pezzo solido, è possibile strofinarlo su un panno o uno spazzolino umido fino a formare un po’ di schiuma.
  • Dopodiché, bisogna tamponare la macchia e risciacquare.
  1. Dentifricio

Soprattutto quando il dentifricio è a base di bicarbonato, la sua efficacia nel ripulire le macchie di sangue è assicurata!

  • Sulla superficie asciutta, premere un po’ di dentifricio e massaggiare delicatamente coi polpastrelli.
  • Aspettare che si secchi e rimuovere con un panno umido.

Se le macchie persistono, è possibile ripetere più volte lo stesso procedimento con tutti i metodi appena descritti.

Consigli utili per le macchie di sangue sul materasso

Che il materasso possa macchiarsi, è una cosa molto comune, ma è importante sapere in che modo trattare le macchie, per evitare di rovinare il materiale e per assicurarsi che l’umidità non rimanga all’interno.

Ciò potrebbe infatti accadere soprattutto con un materasso in memory foam, che per sua natura tende a trattenere l’umidità.

Nel caso in cui si dovesse pulire questo tipo di materasso infatti, sarebbe opportuno prestare particolare attenzione all’asciugatura, magari col supporto di un asciugacapelli.

Visti i suggerimenti sopra riportati, sui metodi migliori per rimuovere le macchie di sangue, è evidente che occorre prediligere sostanze naturali e detergenti delicati a base di enzimi, se non si vuole danneggiare il materasso.

I prodotti chimici infatti tendono a penetrare a fondo e a corrodere il materiale, compromettendo così anche la qualità del materasso stesso.

Avere cura del proprio dispositivo del sonno equivale a prendersi cura di sé, perché la salubrità del riposo notturno ha una fortissima incidenza sul benessere generale della persona!